Friday, February 20, 2009

La ronda lasciamola a rRembrandt

La ronda lasciamola a Rembrandt


L'idea delle ronde è un'idiozia. Non abbiamo i carabinieri, la polizia? Mettiamoli in condizione di funzionare, facciamo leggi che non ammanettino la magistratura e i giornalisti che denunciano i crimini, invece che i delinquenti! Perchè in Italia, tra lodi alfano e scarcerazioni per decorrenza di termini, è l'eterno carnevale dei delinquenti, da quelli in colletto bianco in giù! Altro che blaterare di "giustizialismo!" Altro che pretendere estradizioni nel bengodi garantistico d'Italia! La lentezza della giustizia è la prima causa dell'incertezza del diritto: i criminali colti in flagrante vanno processati per direttissima, e comunque si metta la magistratura in condizione di procedere in tempi ragionevoli. Le ronde sarebbero la resa dello Stato, e creerebbero più delinquenza di quella che già c'è. Le ronde lasciamole a Rembrandt e ai tempi di Rembrandt

1 comment:

Antonio said...

E calcola che Rembrand già le prendeva in giro le ronde... tipo... in questo quadro prende in giro il comandante Cocq che impartisce l'ordine al luogotenente di portare in rassegna le truppe, di rimettere ordine alle file. Come vedi sono scomposte. I soldati sembrano impacciati con quelle armi vetuste e senza senso. Ronda di notte (anche se è un diurno) è uno dei suoi quadri più famosi.... ad Amsterdam divenne famoso proprio con questo quadro... e la ragazzina con il pollo appeso alla cintola? Una vera presa in giro... le ronde non servono